Cara Apple non ti temo: Facebook stila un Marketing Mix Modeling per raggirare iOS14.5

Il Marketing Mix Modeling è una bestia grama, non c’è modo migliore per definirlo. Tanto grama quanto preziosa, da mettere quasi all’angolo perfino Facebook, che ha ridefinito il suo approccio alla materia, in costante evoluzione. Un approccio, stando a quanto dicono loro, che darà agli operatori di marketing più opportunità per “indirizzarsi meglio verso un pubblico specifico con il giusto mix di contenuti, che si adeguino automaticamente in base alle tendenze dei consumatori, al fine di massimizzare le prestazioni delle campagne ads”. Con parole migliori:

Il Marketing Mix Modeling (MMM) è una tecnica statistica basata sui dati che può aiutare i professionisti del marketing a quantificare l’impatto delle attività di marketing e non-marketing sulle vendite.

 

È rispettoso della privacy e utilizza una metodologia scientifica per analizzare più fattori e valutare come influiscono sulle vendite.

 

Tuttavia, ha anche alcune limitazioni: ad esempio richiede molto tempo per la raccolta dei dati, richiede molte risorse, lunghi tempi di consegna per l’analisi e questi rendono difficile la scalabilità e l’esecuzione del Marketing Mix Modeling.

E qui si torna sul solito discorso che attualmente sta facendo annodare lo stomaco di tutti, ossia la questione della privacy dopo le decisioni di Apple in materia che mette Facebook nella scomoda posizione di chi ti costringe a trovare nuove soluzioni per i tuoi problemi. Il problema però potrebbe essere di minore impatto se appunto ci si affida al Marketing Mix Modeling, tanto che Facebook ha collaborato con Analytic Edge per stabilire un nuovo framework replicabile di MMM.

facebook Marketing Mix Modeling limelightmedia.it

L’esempio studio è stata ASUS, delineando quali sono i processi del Marketing Mix Modeling e i suoi vantaggi. A causa di diversi fattori però, come approccio risulta ancora difficile da replicare per le aziende più piccole e con meno risorse, per non parlare della velocità di risposta nell’ottimizzazione degli annunci. Difetti, questi, che stanno tutti cercando di asfaltare, per rendere lo schema meno complesso e permettere a Facebook di creare un Marketing Mix Modeling con nuovi processi, aggiornati e automatizzati.

facebook Marketing Mix Modeling limelightmedia.it

A cosa porta tutto questo? A una cosa quanto mai utile, sia per raggirare le limitazioni di Apple, sia per semplificarci la vita a priori: la strutturazione di un nuovo percorso per migliorare il targeting degli annunci, senza però dover ricorrere agli strumenti e alla profondità d’accesso ai dati personali tradizionali. Non serve aggiungere altro per farti capire ancora di più quanto a lungo termine la cosa si farà via via sempre più importante, specialmente se le stime attuali sulle negazioni di consenso degli utenti Apple avranno un riscontro reale.

Per avere sempre il meglio delle News, dei Focus e di altra roba forte, UNISCITI ALLA BRAVE NEWSLETTER.

LEGGI ANCHE: Gli orari migliori per quando postare su Facebook e Instagram nel 2021

Author avatar
Francesco Lepore
Persevering researcher of beauty. CEO & Founder di Limelight Media.