L’inserimento della data di nascita su Instagram diventa obbligatorio (sennò ti bloccano l’account)

La sicurezza è una questione delicata, specialmente nel digitale. Chi lo sa bene è il gruppo Facebook, anche a causa del fatto che è proprio sulle sue piattaforme che avvengono le maggiori violazioni, in particolare nei confronti dei più giovani. Manco a dirlo, starai sicuramente pensando istintivamente a Instagram. Una misura che il gruppo intende prendere molto presto, è l’inserimento obbligatorio della data di nascita su Instagram, perché come spiegato dal social:

Siamo stati chiari sul fatto che vogliamo fare di più per creare esperienze più sicure per gli utenti più giovani. Per farlo dobbiamo sapere quanti anni hanno tutti su Instagram, quindi abbiamo iniziato a chiedere alle persone di condividere la loro data di nascita con noi se non l’hanno condivisa in precedenza.

data di nascita instagram limelightmedia.it

Come si vede dall’immagine qui riportata, l’inserimento della data di nascita su Instagram sarà una richiesta che se ignorata, causerà il blocco immediato dei profili finché non inseriranno le informazioni richieste. Ovviamente non sarà un processo estremamente coatto, perché Instagram mostrerà la richiesta almeno un paio di volte prima di effettuare il blocco.

In aggiunta all’inserimento della data di nascita su Instagram, la piattaforma adotterà un’ulteriore misura di prevenzione dello stesso genere: quando nel feed ti troverai di fronte a un contenuto oscurato per motivi di sicurezza, se vorrai visualizzarlo dovrai inserire il tuo compleanno. Misure che potrebbero sembrare un po’ invasive, ma che fanno parte di un processo di tutela degli utenti più giovani che parte da lontano.

data di nascita instagram limelightmedia.it

A marzo, per esempio, erano state implementate delle restrizioni indirizzate agli adulti che cercano di inviare messaggi privati agli utenti minorenni e che non si seguono a vicenda, mentre a luglio è stato aggiunto un processo che imposta automaticamente un account come privato se si è adolescenti, venendo esclusi dal targeting degli annunci che potrebbero non essere adatti ai minori. Ah, e poi c’è Instagram for Kids, ma quello è un tentativo chiaramente destinato a fallire.

Per avere sempre il meglio delle News, dei Focus e di altra roba forte, UNISCITI ALLA BRAVE NEWSLETTER.

LEGGI ANCHE: Instagram rilascia il Sensitive Content Control, per aumentare la sicurezza dell’applicazione

Author avatar
Francesco Lepore
Persevering researcher of beauty. CEO & Founder di Limelight Media.