Facebook spinge la monetizzazione dei Reels con la funzione “Bonus”

TikTok corri pure che tanto ti sto dietro. Dev’essere questo il mantra con cui Facebook si sveglia tutte le mattine, perché anche le ultime scelte prese per migliorare la monetizzazione dei Reels di Instagram vanno in questa direzione. Stavolta l’ispirazione gli è venuta da Snapchat, in particolare dalla funzione Spotlight, che prevede un pagamento di un milione di dollari al giorno da spartire ai migliori creators che utilizzano l’opzione.

Una bomba, tanto che la monetizzazione dei Reels di Instagram si affretta ad adottare un approccio simile con la funzione Bonus, scoperta da San Paluzzi, incentrata sulla promozione di questi contenuti. Come funziona? Guadagnare questi bonus sembrerebbe semplice, basta postare nuovi Reels e fare in modo che raggiungano determinate soglie per riscuotere un guadagno. Il principio basilare su cui si affida la piattaforma per capire chi merita di essere pagato, ovviamente, è quantitativo.

monetizzazione dei reels limelightmedia.it

Si tratta di un altro passo avanti per contrastare l’ascesa di TikTok, che a conti fatti non riuscirà mai a sopprimere Facebook. L’antitrust sta facendo un duro lavoro per limitare l’app cinese e se guardiamo ai precedenti storici, perfino MySpace ha dovuto soccombere allo stradominio del gruppo di Zuckerberg. Ciò che farà sempre di più la differenza, e in questo Facebook deve solo continuare a imparare, sono le tendenze che si manifestano nelle fasce d’età più giovani, che rappresentano le vere fonti di preoccupazione.

Per avere sempre il meglio delle News, dei Focus e di altra roba forte, UNISCITI ALLA BRAVE NEWSLETTER.

LEGGI ANCHE: I trend di Instagram del 2021 (su 100 milioni di dati alla mano però, mica chiacchiere)

Author avatar
Francesco Lepore
Persevering researcher of beauty. CEO & Founder di Limelight Media.