In arrivo un nuovo banner di Instagram… per quando il social crasha

Gli impatti dell’ultimo crash di Facebook e Instagram ha avuto impatti devastanti, al punto che entrambe le piattaforme si stanno rimboccando le maniche per mettere a posto un paio di cosette ritenute “fondamentali”. Cogliendo la palla al balzo, Instagram sta infatti integrando maggiori spiegazioni sulle interruzioni della piattaforma a una migliore trasparenza sulle azioni scorrette commesse dagli account. Il nuovo banner di Instagram in particolare si pone il proposito di:

[…] provare nuove notifiche quando alcune parti di Instagram non funzionano e notiamo che le persone hanno molte domande. Vogliamo rendere più facile capire cosa sta succedendo, direttamente dalla fonte.

Cosa a dir poco utile, perché in un momento storico in cui tutte le piattaforme devono lottare per mantenere il traffico casalingo, in questo modo si eviterebbe di far finire gli utenti su Twitter per cercare spiegazioni. Idealmente, il nuovo banner di Instagramdovrebbe fornirti già le spiegazioni che ti servono per capire cosa sta succedendo alla piattaforma. Questo, ovviamente, nell’ipotesi in cui l’applicazione è in grado di notificarti l’aggiornamento nonostante sia in crash.

In aggiunta al nuovo banner di Instagram, la piattaforma sta lanciando il banner ‘Account Status’, che fornisce informazioni su potenziali violazioni dei contenuti e altri problemi coi tuoi post. Servirà a farti comprendere quali sono i limiti alla tua distribuzione che puoi evitare e ti verrà mostrato quando violi delle regole della piattaforma, potendo accedere alla panoramica delle istruzioni direttamente dalle impostazioni – dal quale potrai anche fare ricorso a Instagram se pensi che ti abbia penalizzato ingiustamente.

‘Account Status’ è il risultato di ripetute domande da parte degli utenti sul perché o il per come siano stati penalizzati, senza mai aver ricevuto istruzioni come evitare di esserlo. In ogni caso, diciamolo pure apertamente, sono le solite menate che Mosseri caccia fuori di tanto in tanto per accontentare gli utenti, ma di risolutivo non hanno una beatissima ceppa. A ben vedere, la colpa non è nemmeno troppo di Instagram, perché ci vorrà poco prima che gli utenti non accetteranno nemmeno le spiegazioni dei limiti alla loro distribuzione, e Instagram interverrà una volta ogni morte di papa per risolvere i reclami.

Per avere sempre il meglio delle News, dei Focus e di altra roba forte, UNISCITI ALLA BRAVE NEWSLETTER.

LEGGI ANCHE: Qual è il numero di hashtag da mettere su Instagram: quantità e tipologie ufficiali

Author avatar
Francesco Lepore
Persevering researcher of beauty. CEO & Founder di Limelight Media.