In arrivo un aggiornamento che faciliterà il tagging di Google Analytics

Il tagging di Google Analytics deve essere velocemente aggiornato, se vuoi continuare a monitorare le prestazioni sul tuo sito nel miglior modo possibile. Gli strumenti cambiano, come cambiano anche i monitoraggi dei cookie, quindi armati di santa pazienza e metti mano al tuo Analytics, perché Google ha continuato a modificare Tag Manager aggiungendo più opzioni di tagging, per aiutarti a tenere traccia di ciò che ti interezza.

La novità nel tagging di Google Analytics è rappresentato da un nuovo aggiornamento che consentirà agli esperti di marketing di utilizzare un unico tag riutilizzabile, basato sulla tua implementazione gtag.js che stavi già utilizzando, al fine di misurare più aspetti del traffico. Come spiegato da Google:

A partire da oggi e verrà lanciato nella prossima settimana, il tag Google sbloccherà nuove funzionalità per aiutarti a fare di più, migliorare la qualità dei dati e adottare nuove funzionalità, senza richiedere altro codice.

tagging google analytics limelightmedia.it

Nella pratica questo si tradurrà in meno codice da dover gestire, il ché è sempre buono, rendendo più facile per le persone non molto ferrate di aggiornare i propri processi di tracciamento mantenendo i livelli di quantità di dati di prima. L’aggiornamento consentirà agli esperti di marketing di combinare diversi tag di eventi Web, e di gestirli centralmente all’interno delle schermate di tagging di Google Analytics.

Dato che sarà più facile impostare la codifica a livello di sito e combinare o riutilizzare i tag, puoi facilmente aumentare il numero di pagine codificate con una configurazione coerente. Questo aiuta a migliorare la misurazione, portando a informazioni sui clienti di migliore qualità. Ora puoi anche gestire l’accesso degli utenti alle impostazioni dei tag tra i prodotti in un’unica posizione dedicata, offrendoti un maggiore controllo su chi ha accesso alle impostazioni di misurazione critiche.

Al contempo, i tag inseriti in precedenza continueranno a funzionare e verranno automaticamente convertiti in quelli compatibili con l’aggiornamento. Inoltre, cosa non da poco, Google ha intenzione di facilitare l’installazione di nuovi tag senza codice da parte dei gestori dei contenuti – quali HubSpot – per accelerare il processo di eliminazione del tracciamento dei cookie previsto entro pochi anni. Un processo inevitabile al quale abbiamo comunque tempo di adattarci, quindi su le maniche.

Per avere sempre il meglio delle News, dei Focus e di altra roba forte, UNISCITI ALLA BRAVE NEWSLETTER.

LEGGI ANCHE: Google Ads Creative Studio promette meglio del Creator Studio di Meta

Author avatar
Francesco Lepore
Persevering researcher of beauty. CEO & Founder di Limelight Media.